Modifica la centralina del TIR per risparmiare, la polizia lo scopre, multa e sequestro del mezzo

1' di lettura 31/12/2020 - Modifica la centralina per risparmiare gasolio inquinando l’ambiente: multato per oltre quattrocento euro dalla Polizia Stradale e il fermo del TIR

È accaduto ieri pomeriggio lungo la Siena-Firenze, quando una pattuglia della Sezione ha incrociato e fermato il TIR a Monteriggioni (SI). Il conducente, un 60enne romano, dipendente di una ditta di Terni, era partito dal porto di Civitavecchia per trasportare diverse autovetture a Vicenza ed era sicuro di non essere scoperto.

Ma non aveva fatto i conti con la Polstrada che, da tempo, sta monitorando i camionisti per evitare che usino lo stesso stratagemma. I poliziotti hanno condotto il TIR in officina e, con l’ausilio di una torcia, lo hanno ispezionato, accorgendosi di una cassettina che inviava alla centralina informazioni sbagliate, facendole credere che l’additivo era in circolo, quando invece non lo era e provocava la fuoriuscita di gas nocivi per l’ambiente.

L’uomo, preso con le mani nel sacco, non ha potuto dire nulla, tant’è che la Polstrada lo ha multato per oltre quattrocento euro, sequestrando la cassettina, ritirandogli la carta di circolazione e fermando il TIR, che andrà ora messo in regola per poter superare una nuova revisione e tornare a circolare. È accaduto martedì pomeriggio 29 dicembre, lungo la Siena-Firenze, quando una pattuglia della Sezione ha incrociato e fermato il TIR a Monteriggioni (SI).






Questo è un articolo pubblicato il 31-12-2020 alle 10:03 sul giornale del 31 dicembre 2020 - 121 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bHzS